Oceano Indiano – EUNAVFOR SOMALIA – Op. "Atalanta"

La situazione economico – sociale in Somalia ha favorito l’insediamento di attività illegali difficilmente contrastabili, tra cui gli atti di pirateria a danno del commercio marittimo, incluse le navi del World Food Program (WFP) dell’ONU. A seguito dei numerosi appelli da parte del WFP e della International Maritime Organisation (IMO), l’ONU ha promosso nel 2008 numerose Risoluzioni contro la pirateria somala.
In questa cornice l’Unione Europea ha lanciato nel dicembre 2008 la missione European Naval Force Somalia (EUNAVFOR Somalia) – Operazione  “Atalanta”.

L’Operazione è caratterizzata dall’adozione di un approccio globale alle iniziative di contrasto alla pirateria.
L’obiettivo principale è quello di condurre operazioni di contrasto alla pirateria in mare ed allo stesso tempo ad assistere gli Stati regionali che ne fanno richiesta a sviluppare capacità di contrasto alla pirateria. Quest o aspetto dell’operazione integra gli sforzi delle organizzazioni internazionali esistenti e le forze che operano nella zona per una sicurezza marittima duratura nel Corno d’Africa.
Scopo della missione è la protezione a favore delle navi del World Food Programme, dell’African Union Mission to Somalia ed ogni altro naviglio vulnerabile ad attacchi di pirateria.

I compiti assegnati alla missione sono arrestare, detenere e trasferire persone sospettate di aver perpetrato o che hanno commesso atti di pirateria o di rapina armata nelle acque dell’Area di Operazioni, nonché contribuire al monitoraggio delle attività di pesca al largo delle coste della Somalia, sempre al fine di ridurre il livello di pirateria e rapina armata.
Sostenere le missioni dell’UE e le organizzazioni internazionali che operano per rafforzare la sicurezza e la capacità marittima nella regione.
Il contingente nazionale svolge attività di pattugliamento e raccolta informativa, volta a rafforzare la presenza europea nell’area attraverso Friendly Approaches ed attività Key Leaders Engagements con le Autorità somale e con le missioni e le organizzazioni operanti in Somalia (EUCAP SOMALIA ed EUTM SOMALIA).

I compiti principali assegnati alla missione e assolti dalle unità navali impiegate sono:
– protezione dei mercantili dedicati al World Food Programme (WFP), che trasportano aiuti alimentari alla popolazione locale;

– protezione di naviglio mercantile che transita attraverso il Golfo di Aden o in prossimità delle coste Somale;

– assicurare una funzione di deterrenza, prevenzione e repressione di atti di pirateria o rapine al largo delle coste somale.

Attualmente la consistenza massima annuale autorizzata dall’Italia per il contingente nazionale impiegato nella missione è 407 militari, 2 mezzi navali e 2 mezzi aerei. Al momento il contributo nazionale all’Operazione consiste in personale di Staff presso l’OHQ di Rota (ESP) e con personale di staff impiegato a bordo dell’unità navale spagnola quale flagship del dispositivo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!