Esercitazione NATO per la difesa informatica Cyber ​​Coalition 2020

L’esercitazione di quest’anno è stata organizzata dal 16 al 20 novembre dall’Allied Command Transformation (ACT) per migliorare il coordinamento e la cooperazione e rafforzare le capacità dei paesi alleati e partner nel proteggere e difendere il cyberspazio dell’Alleanza e aumentare la capacità di condurre operazioni militari all’interno del cyberspazio. All’esercitazione hanno partecipato 30 paesi membri della NATO, quattro paesi partner, istituzioni dell’Unione europea, industrie e università.

La Cyber ​​Coallition 2020 è stata condotta per la prima volta in un ambiente virtuale a causa di misure prescritte per prevenire la diffusione della pandemia di coronavirus. Nella 13a edizione, l’esercitazione è stato condotto in dozzine di località nei paesi partecipanti, inclusa la Repubblica di Croazia. L’esercitazione è stata condotta da un sito di cyber test della NATO nella città estone di Tartu.

La Cyber ​​Coalition prevede la verifica delle procedure operative e legali, la condivisione di informazioni e la collaborazione con l’industria e i partner per supportare le capacità di difesa informatica nazionali e alleate . Gli scenari progettati sono adattati alla situazione attuale e alle possibili minacce che potrebbero verificarsi nell’area di operazione delle forze armate di uno qualsiasi dei paesi partecipasntiLa Repubblica di Croazia partecipa all’esercitazione della Cyber ​​Coalition dal 2009 in qualità di osservatore e dal 2013 come partecipante attivo all’esercitazione. Dal 2016, per conto del Ministero della Difesa, la sede del KIS è stata designata come titolare nazionale dell’esercizio, e oggi è il Cyberspace Command. L’esercitazione, oltre ad esperti del Ministero della Difesa e delle Forze Armate Croate, include partecipanti di altre istituzioni statali / organi nazionali (Ministero della Difesa, Security Intelligence Agency, Institute for Information Systems Security, HAKOM, CARNET – National CERT, Ministero dell’Interno, Ministero degli Affari Esteri). Affari europei), comunità accademiche (Facoltà di ingegneria elettrica e informatica Zagabria, Facoltà di ingegneria elettrica, informatica e tecnologie dell’informazione Osijek, Università di Algebra e Facoltà di giurisprudenza di Osijek ) e 10 enti del settore privato (SPAN doo, DIVERTO doo, Microsoft Croatia, INsig2 doo, INFIGO IS doo, CS COMPUTER SYSTEMS doo, APATURA doo, Eduron IS, KONČAR KET dd, Dipartimento di Informatica Osijek).