Tecnologia C-UAS a supporto della KFOR

​Il Regional Command West  (RC-W), in aderenza a quanto definito dalla risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni unite, dallo scorso 1° gennaio 2021, impiega l’assetto NATO Counter Unmanned Aerial Systems (C-UAS), fornito dall’artiglieria contraerei dellEsercito, per il contrasto alla minaccia rappresentata dall’eventuale uso ostile di droni.

Tale particolare attività implementa dal punto di vista tecnologico, digitale e multidimensionale i dispositivi presso le strutture militari di KFOR e il Monastero di Visoki-Decane in quanto primi responsabili (first responder) per gli aspetti di sicurezza, oltre allo svolgimento delle attività di controllo e di mantenimento della libertà di movimento nel settore occidentale del Kosovo e allo sviluppo di progetti della Cooperazione Civile e Militare (CIMIC).

Il concorso dell’assetto nazionale C-UAS rapprenta un ulteriore pregiato contributo fornito alla NATO dalle Forze Armate italiane, presenti in Kosovo dal 1999, per la stabilizzazione di questa delicata zona dei Balcani che rappresenta una delle regioni di maggiore interesse geopolitico e strategico per il nostro Paese.

(Fonte e Foto SMD) – 04 febbraio

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!