Operazione GABINIA: attività addestrativa EOD nel Golfo di Guinea

La fregata multi missione LUIGI RIZZO, attualmente impegnata nell’Operazione GABINIA, ha condotto un’esercitazione di “mina alla deriva” nel Golfo di Guinea.
Protagonista dell’addestramento il team GOS imbarcato, che, in sinergia con le varie componenti di bordo, ha diretto le operazioni di brillamento di una mina in superficie.

Difatti lo scenario addestrativo è stato innescato dalla segnalazione di un oggetto galleggiante non identificato a proravia dell’Unità da parte dell’operatore SONAR. Tempestivo l’intervento dei palombari, rilasciati in mare dall’elicottero SH90 di bordo, che hanno collocato una contro-carica per la successiva detonazione controllata della mina.

La presenza di ordigni alla deriva quali mine o ostacoli galleggianti, può rappresentare un pericolo per la navigazione.

 Gli operatori EOD/IEDD (Explosive ordinance Disposal/ Improvised Explosive Devises Disposal) sono preposti all’intervento su ordigni di qualsiasi natura (convenzionale e/o artigianale), sommersi o comunque posti in acqua, per garantire la sicurezza delle operazioni della Marina Militare e la salvaguardia degli equipaggi. 
Oltre a svolgere attività in mare durante la navigazione, il team GOS svolge anche attività in porto, per garantire la sicurezza nel corso della sosta ed evitare l’esposizione della nave a possibili attacchi, condotti da terra con ordigni esplosivi.

(Fonte e Foto MMI Autore Alessandro Veri) – 20 aprile

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!