Avvicendamento al Comando del 132° Reggimento carri

Si è svolta questa mattina, presso la caserma “De Carli” di Cordenons, la cerimonia di avvicendamento del Comandante del 132° Reggimento carri. Al Colonnello Giuseppe Cannazza è subentrato il parigrado Antonello Andreottola.

All’evento, presieduto dal Comandante della 132^ Brigata corazzata “Ariete”, Generale di Brigata Roberto Banci, hanno partecipato le autorità civili e militari locali, tra cui il Sindaco di Cordenons, Andrea Delle Vedove, e l’Assessore Danilo Signore, in rappresentanza del Comune di Aviano, le associazioni combattentistiche e d’arma, oltre a colleghi e familiari.

Il Colonnello Cannazza ha ceduto il comando dopo due anni intensi e ricchi di attività, durante i quali il Reggimento ha partecipato a molteplici attività addestrative e operative, condotte in territorio nazionale ed estero. In particolare, sotto la sua guida il reparto ha svolto un lungo e complesso processo di approntamento finalizzato a garantire la prontezza operativa per l’esigenza NRI (NATO Readiness Initiative), tutt’ora in corso.

Nei due anni di Comando del Colonnello Cannazza, il 132° Reggimento carri ha inoltre proseguito il proprio impegno nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, che ha portato il reparto ad operare, nel secondo semestre 2019, sia quale Comando del Raggruppamento “Veneto – Friuli Venezia Giulia”, sia con un complesso di forze, in concorso alle Forze dell’Ordine e di Polizia, nelle attività di controllo sul territorio per il contrasto alla criminalità, nelle province di Venezia, Verona, Vicenza, Padova, Treviso, Udine, Gorizia e Trieste. In tale contesto, il quotidiano impegno degli uomini e delle donne del Reggimento ha sicuramente contribuito ad innalzare il livello di sicurezza e rafforzare i rapporti con le comunità locali del Nord-Est. Sempre nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, il Reggimento ha anche operato, nel primo semestre 2020, a Perugia e, attualmente, un plotone della “De Carli” è schierato sulla piazza di Roma.

Sul fronte delle attività all’estero, il 132° ha partecipato, con un plotone carri, all’Operazione NATO denominata “Baltic Guardian” in Lettonia, nel secondo semestre del 2020, e, con importanti assetti operativi del Reggimento, all’European Union Training Mission (EUTM) in Somalia, da ottobre 2019 a giugno 2020.

Altrettanto intenso è stato l’impegno sul versante addestrativo, con la partecipazione del 132° Reggimento carri a rilevanti esercitazioni internazionali condotte in Germania presso la Hohenfels Training Area, come la “Combined Resolve XV” (gennaio-febbraio 2021), la “Saber Junction” (settembre 2021) e la “Bayonet Ready”, che si sta concludendo in questi giorni. 

Sul fronte delle attività territoriali, inoltre, numerose sono state le iniziative intraprese dal reparto, in favore della comunità locale. Nel difficile periodo della pandemia da Covid-19, i carristi del 132° hanno fornito un importante supporto logistico, provvedendo alla sanificazione di edifici e strutture pubbliche della città di Cordenons. Parimenti significative sono state le attività svolte a sostegno di istituzioni socio-sanitarie del territorio.

Il Colonnello Cannazza, nel suo intervento di commiato, ha ringraziato gli uomini e le donne del 132° Reggimento carri, esortandoli ad essere orgogliosi custodi delle tradizioni carriste e ad operare sempre pienamente, senza risparmio, con la professionalità sinora dimostrata, credendo fermamente nel proprio agire.

Nel salutare l’Ufficiale in partenza, il generale Banci ha ricordato come il Reggimento nel suo periodo di comando abbia fatto fronte a numerose e complesse esigenze, alle quali il reparto ha sempre risposto con prontezza ed efficacia, contribuendo con il suo operato in modo significativo alla rivitalizzazione della componente pesante dell’Esercito. Successivamente, ha augurato al nuovo Comandante del 132° le migliori fortune in vista degli impegni che lo attendono.

Il nuovo Comandante, Colonnello Antonello Andreottola, giunge a Cordenons dalla Direzione Generale per il Personale Militare di Roma.

La cerimonia è stata impreziosita al termine, dallo sfilamento, sul piazzale della caserma, di alcuni carri C-1 “Ariete”.

(Fonte e Foto Brigata corazzata “Ariete” CSPI) – 05 novembre

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!