CHIMERA RUIN, esercitazione congiunta croato statunitense

Le esercitazioni internazionali  sono una grande opportunità per confermare l’interoperabilità e sviluppare reciprocamente la capacità attraverso lo scambio di esperienze

Dal 12 al 18 luglio 2020 si è svolta presso l’area addestrativa  “Eugen Kvaternik” di Slunj un’esercitazione congiunta dell’Esercito croato e dell’Aeronautica degli Stati Uniti con la partecipazione di unità del Comando delle forze speciali dell’Esercito croato, del reggimento di intelligence e unità del 31° Fighter Wing USA di Aviano, 56 ° RQS, 555° FS e 510° FS.

Le operazioni consistevano nella  ricerca aerea di piloti abbattuti con l’utilizzo un velivolo di ricerca e salvataggio specializzato HC-130J Combat King e operazioni di recupero da parte  di elicotteri HH-60G Pave Hawk, con lo sviluppo delle procedure di ricerca e salvataggio in combattimento per gli equipaggi e le procedure di supporto aereo ravvicinato con copertura a fuoco.

Parte delle unità croate ha simulato le forze nemiche impegnate nella ricerca del pilota abbattuto, e come gli istruttori SERE (Survival, Evasion, Resistance and Escape – Sopravvivenza, Evasione, Resistenza ed Fuga) ha partecipato come consiglieri per  i piloti del 555 FS.

Durante le operazioni di ricerca e salvataggio in combattimento, il JTAC (Joint Terminal Attack Controller) dell’esercito croato ha fornito supporto aereo ravvicinato (CAS), guidando gli interventi di due elicotteri HH-60G e quattro velivoli F-16CM. Gli elicotteri HH-60G hanno impegnato obiettivi a terra con le mitragliatrici GAU-18 da 12,7 mm mentre gli  F-16CM hanno utilizzato  il cannone Vulcan M-61 da 20 mm offrendo  agli equipaggi l’opportunità di esercitarsi nelle procedure di acquisizione degli obiettivi e nella precisione di tiro in ambienti sconosciuti. La specificità del CAS sta proprio nell’interazione tra la prospettiva orizzontale e quella verticale e nella capacità di integrare ogni attacco aereo con prove a fuoco e con le manovra delle unità a terra.

Durante le procedure di supporto aereo ravvicinato, è stata condotta una valutazione  degli istruttori JTAC da un istruttore  qualificato,  parte del ciclo regolare di mantenimento della qualifica di JTAC da parte croata, in conformità con gli standard NATO, eseguendo un numero prescritto di controlli dell’attivtà di supporto aereo ravvicinato specifico nel corso dell’anno, per essere pronto in qualsiasi momento a supportare l’unità di manovra a cui è assegnato.

(Fonte MORH, Foto MORH M. Čobanović) – 18 luglio

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!