Nuovi qualificati anfibi

Concluso il 75° corso di qualificazione anfibia presso il Reggimento Lagunari “Serenissima”

Si è concluso, presso il reggimento Lagunari “Serenissima”, il 75° Corso di Qualificazione Anfibia “Alfa” che, dopo un intenso iter addestrativo durato cinque settimane, ha visto 13 nuovi Lagunari e un ufficiale del 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine conseguire la prestigiosa qualifica.

I moduli addestrativi, svolti nel costante rispetto delle vigenti disposizioni in materia di contrasto al COVID-19, hanno consentito sia di preparare i lagunari a svolgere operazioni anfibie sia di approntarli per l’impiego nell’Operazione “Strade Sicure”.

Al termine del primo modulo addestrativo di base, propedeutico al successivo percorso di specializzazione, gli allievi hanno iniziato, il 26 ottobre scorso, la qualifica vera e propria, che li ha portati a confrontarsi in più occasioni con i propri limiti e a far leva sulla propria motivazione per poter superare le prove previste per il corso, nel quale il tasso di abbandono è stato pari al 40%.

Oltre alle attività addestrative comuni agli altri reparti e specialità di fanteria, i frequentatori hanno svolto diversi ulteriori moduli: l’addestramento anfibio, che ha visto l’impiego dei natanti in dotazione al Reggimento e che è indirizzato all’apprendimento delle procedure di imbarco, sbarco, ricognizione di spiaggia, superamento di ostacoli naturali, comportamento in caso di emergenza in mare; le Helicopter Rope Suspension Techniques (HRST), ossia l’impiego di tecniche di discesa e recupero tramite corde sospese su elicotteri in volo stazionario alto; lezioni di primo soccorso, volte all’insegnamento dell’autosoccorso e al trattamento di feriti in combattimento; comunicazioni, sull’utilizzo di tutti gli apparati radio in dotazione al reggimento; personnel recovery, con procedure di recupero di personale isolato in ambiente ostile.

Il corso si è concluso con un’esercitazione finale continuativa, preceduta da una fase di pianificazione secondo i principi del PPMU (Processo di Pianificazione per le Minori Unità), e orientata alla condotta di una serie di attività tattiche offensive peculiari per la specialità lagunare incluso il consueto Raid anfibio in ambiente Riverine.

Al termine dell’attività, il Comandante di Reggimento, Colonnello Claudio Guaschino, ha consegnato agli allievi l’ambito Basco Verde dei Lagunari, che gli istruttori hanno simbolicamente immerso in acqua prima di farlo indossare ai militari neo-qualificati.

Il Reggimento Lagunari “Serenissima” è un’unità dell’Esercito Italiano inserita nella Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare di cui la Brigata “Pozzuolo del Friuli” è la principale fornitrice degli assetti per la Forza Armata e per la Difesa.

(Fonte e Foto COMFOP Nord/ Regg. Serenissima) – 05 dicembre

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!