5° Rigel, i “205” lasciano per sempre il Friuli

Dopo 51 anni di servizio operativo gli  AB-205 lasciano la sede di Casarsa

Il 17 novembre si è svolta l’ultima missione operativa degli elicotteri AB-205 del 5° reggimento Aviazione dell’Esercito “Rigel”, reparto di volo della Brigata Aeromobile “Friuli” che ha ormai completato la transizione agli elicotteri di trasporto tattico NH-90.

Tre “205” hanno sorvolando e salutando idealmente per l’ultima volta gli aeroporti della regione: Rivolto, Campoformido già sede dalla nascita della specialita, Aviano, chiudendo con il passaggio presso l’aerocampo storico “La Comina” a nord di Pordenone. La destinazione è stata Viterbo all’eliporto militare “Chelotti”, sede del Centro Addestrativo Aviazione Esercito.

Si è chiusa così, dopo 51 anni di servizio di volo, la parabola dell’elicottero che ha segnato i momenti più importanti della storia del reparto friulano, come accaduto nel 1976, quando gli AB-205 del “Rigel” si rivelarono assetto fondamentale per la riuscita delle complesse operazioni di soccorso alla popolazione colpita dal terremoto e contribuirono, con numerose missioni di trasporto aereo di materiali, alla ricostruzione delle zone distrutte dal sisma.

Era il 1969 quando il primo AB 205 l’EI 252, da Bolzano raggiunse Casarsa della Delizia sede del V° REUG. Iniziando così un periodo di affiancamento con gli AB-204B versione precedente della famiglia dello “Huey”. Da allora gli AB-205 hanno sempre garantito il supporto operativo sia in Italia, nelle attività di soccorso e di emergenza, sia all’estero nell’ambito delle varie operazioni militari, svolte dalle Forze Armate italiane a partire dal 1982, in Libano, Namibia, Somalia, Kurdistan, Ex-Jugoslavia, Kosovo e Afghanistan.

(Fonti COMFOP Nord, ANAE,  Foto 5° Rigel) – 19 novembre