NATO Air Policing, gli F-35 del 32° Stormo in Estonia

Con l’operazione Baltic Eagle II, il contingente italiano guida la missione NATO in Estonia dove schiera i caccia F-35

Con la cerimonia di handover-takeover presso la base aerea di Ämari, in Estonia, si è svolto il passaggio di consegne tra il contingente della German Air Force e quello dell’Aeronautica Militare alla guida dell’operazione NATO di Enhanced Air Policing nel Paese baltico. Baltic Eagle II: questo il nome della missione che vedrà impegnati fino a fine agosto quattro caccia F-35A del 32° Stormo di Amendola ed una task force di circa 130 militari, tra piloti, tecnici e specialisti, guidati dal Colonnello pilota Vincenzo Sirico.

E’ la prima volta che i nuovi caccia di 5ª generazione F-35 vengono impiegati dalla NATO a protezione dei cieli del fronte orientale dell’Alleanza. Si tratta di un ulteriore primato per l’Italia e per l’Aeronautica Militare in questo ambito, dopo che nel 2019 gli F-35 di Amendola furono i primi in Europa ad operare nella missione di air policing a protezione dei cieli islandesi.

L’Aeronautica Militare rimarrà in Estonia per i prossimi sette mesi con i propri assetti aerei, con il compito primario di contribuire all’integrità dello spazio aereo delle tre repubbliche baltiche di Estonia, Lettonia e Lituania, e condurre allo stesso tempo attività addestrative congiunte sia con le Forze Armate estoni sia con i partners NATO presenti nella regione.

Fondamentale il contributo fornito da numerosi reparti della Forza Armata per il rischieramento della Task Force Air in Estonia, in primis la 46ª Brigata Aerea di Pisa e il 14° Stormo di Pratica di Mare che, rispettivamente con gli assetti C-130J e KC-767A, hanno assicurato il trasporto di personale e materiale, nonché il rifornimento in volo ai velivoli F-35.

Per assicurare il funzionamento autonomo del Reparto, al fianco degli equipaggi di volo, opera personale tecnico di terra addetto alla linea di volo e all’efficienza dei velivoli, e personale proveniente da diversi reparti dell’Aeronautica Militare con compiti logistici e amministrativi. Al fine di garantire la necessaria cornice di sicurezza il personale della “Force Protection” del 32° Stormo è coadiuvato da un team del 16° Stormo “Fucilieri dell’Aria” di Martina Franca (TA). Personale specializzato di vari reparti della 3ª Divisione del Comando Logistico è invece intervenuto per approntare e garantire la piena funzionalità delle attrezzature per le telecomunicazioni e l’assistenza al volo.

(Fonte e Foto SMD) – 03 maggio

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!